Regolamento

REGOLAMENTO GENERALE
ART. 1 – ORGANIZZAZIONE E SCOPI
La società “Messina Street Food Fest S.r.l.s.” da ora in avanti denominata “Società organizzatrice”, organizza, in co-organizzazione con il Comune di Messina, la manifestazione “Messina Street Food Fest” che ha come obiettivo quello di presentare alla città di Messina le specialità dello street food nazionale ed internazionale.
ART. 2 – PARTECIPANTI
Possono partecipare alla manifestazione gli operatori le cui attività sono comunque connesse agli scopi della manifestazione e che abbiano a disposizione nelle vicinanze della location di svolgimento un laboratorio idoneo alla preparazione di cibi.
ART. 3 – DOMANDA DI PARTECIPAZIONE- modulo di pre-adesione
La domanda di partecipazione deve essere compilata in ogni sua parte, utilizzando l’apposito modulo predisposto dalla Società organizzatrice, con la chiara descrizione di tutti i dati richiesti e l’esplicita incondizionata accettazione senza riserva alcuna delle norme del presente regolamento e di ogni altra eventuale disposizione che la Società organizzatrice si riservi di emanare per il migliore svolgimento della manifestazione stessa. La domanda deve essere sottoscritta dal titolare dell’azienda richiedente o, se trattasi di società, dal suo legale rappresentante e deve recare in calce il timbro con l’intestazione commerciale o ragione sociale. La domanda deve essere corredata del saldo della quota d’iscrizione. Le domande non accompagnate dall’importo predetto saranno archiviate non essendo valide agli effetti della prenotazione dei spazi espositivi. Al momento della consegna della domanda di partecipazione, ogni
ditta dovrà presentare alla società organizzatrice la seguente ulteriore documentazione: certificato camerale aggiornato, certificazione antimafia, copia documento di identità del legale rappresentante.
ART. 4 – ACCETTAZIONE ED ASSEGNAZIONE SPAZI
Le domande di partecipazione saranno accettate, ad insindacabile giudizio della Società Organizzatrice, fino alla copertura degli spazi e stands disponibili. La Società si riserva la facoltà di accordare o meno il numero degli spazi o stands richiesti fermo restando che, essendo l’esposizione articolata per settori merceologici, gli spazi e gli stands verranno comunque assegnati nel settore merceologico di competenza ad insindacabile giudizio della Società Organizzatrice.
ART. 5 – RINUNCIA ALLA PARTECIPAZIONE Qualora motivi di legittima comprovata impossibilità non consentissero all’espositore di partecipare alla manifestazione lo stesso potrà richiedere lo scioglimento dell’impegno mediante lettera raccomandata R.R. e/o pec certificata all’indirizzo messinastreetfoodfest@pecconfesercentime.it, indirizzata alla Società organizzatrice entro e non oltre 10 giorni prima dell’inizio della manifestazione. In tal caso la somma versata all’atto della presentazione della domanda di partecipazione sarà trattenuta dalla Società organizzatrice a titolo di indennizzo salvo ogni altro eventuale diritto. Se la rinuncia avvenisse successivamente, l’espositore sarà tenuto al pagamento di una penale pari ad €. 2.000,00 (duemila/00).
ART. 6 – QUOTA DI PARTECIPAZIONE
La quota di partecipazione è fissata in €.150,00 (centocinquanta/00) oltre iva.
ART. 7 – MODALITA’ RIMBORSO TICKET
Per ogni ticket presentato alla Società organizzatrice, l’operatore avrà diritto ad un rimborso pari ad €. 2,50 (euro due/50) IVA inclusa per le consumazioni “SALATO” ed €.1,50 (euro uno/50) IVA inclusa per le consumazioni “DOLCE”. Il pagamento avverrà a presentazione di regolare fattura entro il 30 ottobre 2017.
ART. 8 – SPAZI ESPOSITIVI
La Società organizzatrice decide insindacabilmente sull’assegnazione degli spazi espositivi. L’assegnazione degli spazi espositivi, infatti, è di esplicita competenza della Società organizzatrice. Le richieste formulate dagli Operatori all’atto della presentazione della domanda di ammissione si intendono indicative e non impegnano la Società organizzatrice né possono in alcun modo condizionare la domanda di ammissione. Gli spazi espositivi e gli stands vengono assegnati ai partecipanti alla manifestazione nell’ambito delle aree merceologiche delimitate dalla Società organizzatrice in relazione ai criteri organizzativi e di immagine della manifestazione stessa. Per esigenze tecniche, la Società organizzatrice ha facoltà di assegnare altri spazi non compresi nelle predette aree o di ridurre lo spazio espositivo già assegnato. In tali casi nulla è dovuto all’Espositore a titolo di risarcimento. Gli spazi espositivi vengono messi a disposizione degli Espositori il giorno dell’apertura della manifestazione a partire dalle ore 10.00 ed il loro allestimento deve essere definito entro le ore 17.00 dello stesso giorno. La mancata occupazione degli spazi entro le ore 10.00 del giorno dell’apertura della manifestazione, viene considerata rinunzia a partecipare alla manifestazione con facoltà della Società organizzatrice di disporre dello spazio secondo le proprie esigenze e senza alcun rimborso all’Operatore e conseguente penale di cui all’art.5. È vietato accantonare materiali al di fuori dello spazio espositivo assegnato. Al termine della manifestazione l’operatore è tenuto a riconsegnare alla Società organizzatrice gli spazi espositivi e gli stands nello stato in cui si trovavano all’atto della loro occupazione.
Gli eventuali ripristini per danni arrecati saranno addebitati all’ operatore.
ART. 9 – ALLESTIMENTI E INSEGNE
La Società organizzatrice mette a disposizione degli operatori stands forniti di pre-allestimento parziale. Gli operatori interessati ad allestire il proprio stand, avranno cura di sottoporre il relativo progetto alla preventiva autorizzazione dell’organizzazione, almeno 5 giorni prima dell’inizio dei lavori. Ogni responsabilità in ordine alla staticità degli allestimenti rimane esclusivamente a carico dell’operatore, il quale esonera espressamente la Società organizzatrice per tutti i danni eventualmente provocati a sé stesso, ai suoi dipendenti o a terzi. E’ assolutamente vietato eseguire opere che arrechino danni agli spazi espositivi ed alle attrezzature ed agli impianti della Società organizzatrice. In particolare, non sono consentite modifiche alle strutture degli allestimenti tipo e mutamenti di colore. E’ vietata la posa di materiale di allestimento ed espositivo che impedisca l’accesso alle prese di corrente elettrica, ai collegamenti vari, etc.
ART. 10 – IMPIANTI ELETTRICI E KW IN ECCESSO
Gli impianti e le apparecchiature elettriche, ai sensi dell’art. 80 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i., saranno impiegati prendendo le misure necessarie “affinché i lavoratori siano salvaguardati dai tutti i rischi di natura elettrica connessi all’impiego dei materiali, delle apparecchiature e degli impianti elettrici messi a loro disposizione ed, in particolare, da quelli derivanti da: a) contatti elettrici diretti; b) contatti elettrici indiretti; c) innesco e propagazione di incendi e di ustioni dovuti a sovratemperature pericolose, archi elettrici e radiazioni; d) innesco di esplosioni; e) fulminazione diretta ed indiretta;
f) sovratensioni; g) altre condizioni di guasto ragionevolmente prevedibili. Gli impianti, inoltre, devono essere realizzati con l’osservanza delle norme CEI 11-27 nonché, in quanto esistenti, delle correlative tabelle di Unificazione Elettronica (UNEL) da personale abilitato ai sensi delle Legge n. 37/2008. Di tutte le norme e tabelle sopra richiamate si intende valida l’ultima edizione in vigore. Gli impianti elettrici devono essere muniti, alla loro origine, di un interruttore generale del tipo magnetotermico differenziale omnipolare di portata pari a circa la potenza impegnata e di taratura differenziale pari a 30 mA. La possibilità di prelevare potenze maggiori da ogni singolo quadretto è condizionata dalla sommatoria delle potenze richieste negli spazi espositivi serviti dal quadretto stesso. Gli impianti elettrici di distribuzione devono essere realizzati con cavi isolati, aventi sezioni proporzionate al carico. Quelli usati per l’allacciamento alla rete di utenza non devono avere sezioni inferiori a 2,5 mmq. Nella realizzazione dei collegamenti elettrici non sono ammesse in alcun caso eccedenze di cavo ammatassato. È vietato impiegare cavi di alimentazione per la sospensione dei corpi illuminanti.
ART. 11 –PREVENZIONE INCENDI
Tutti i materiali occorrenti per l’allestimento degli spazi espositivi devono essere incombustibili, ignifughi all’origine, ignifugati secondo le prescrizioni contenute nella Circolare del Ministero degli interni 6.7.83 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 201 del 23.7.83, nonché secondo le prescrizioni del D.M. 26.6.84 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 234 del 25.8.84. Gli operatori hanno l’obbligo di trasmettere tutte le certificazioni previste dalla legge almeno tre giorni prima dell’inaugurazione.
Ai fini della prevenzione degli incendi è vietato:
 eseguire lavori di saldatura di qualsiasi tipo e natura nonché l’uso di fiamme libere;
 l’uso di materiali plastici (pannelli, lastre, espansi) che non siano di classe 1;
 l’uso di tessuti in fibra sintetica non ignifugabile, vernici, pitture, collanti, ecc. non rispondenti alla classe 1. Sul materiale combustibile si rende obbligatorio procedere con specifici trattamenti ignifughi  effettuare trattamenti ignifughi all’interno degli stands.
ART. 12 – PREVENZIONE INFORTUNI
L’ operatore è tenuto ad osservare la normativa riguardante la prevenzione degli infortuni e la Salute e Sicurezza sui Luoghi di Lavoro, così come prescritto dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i. L’ operatore esonera la Società organizzatrice da ogni e qualsiasi responsabilità per qualsiasi danno dovesse derivare al personale che collabora con l’ operatore stesso o ai visitatori per effetto dell’inosservanza delle norme contenute nei provvedimenti sopraindicati.
Le macchine esposte possono funzionare, condizione che:
 non procurino disturbo agli espositori vicini o ai visitatori per rumori eccessivamente molesti, calore, vibrazioni, inquinamento da solventi, ecc.
 siano provviste dei dispositivi di sicurezza conformi alle norme italiane in materia di sicurezza e prevenzione infortuni.
L’ operatore è responsabile penalmente e civilmente, in caso di negligenza o colpa grave, di ogni danno causato a chicchessia da propri materiali o propri mezzi introdotti nello spazio adibito all’esposizione.
ART. 13 – AUTORIZZAZIONI AMMINISTRATIVE
Gli Operatori dovranno preventivamente munirsi, fornendole in copia alla Società organizzatrice, entro il termine di giorni tre dall’apertura della manifestazione, di tutte le autorizzazioni amministrative e sanitarie previste dalla legge. Restano a carico degli espositori tutti gli eventuali adempimenti fiscali previsti dalla legge ivi inclusi quelli SIAE ove dovuti.
ART.14-USCITA DELLE MERCI E DEI MATERIALI
Alla chiusura della manifestazione le merci esposte e il materiale di arredamento potranno essere rimossi e trasportati fuori dall’area di esposizione solo dopo aver richiesto ed ottenuto il “buono di uscita”. Sarà consentita l’uscita della merce solo a chiusura manifestazione. Dopo la chiusura della manifestazione gli stands dovranno essere sgombrati nel termine massimo delle ore 12.00 del giorno successivo. Trascorso inutilmente detto termine, i materiali si intendono abbandonati e la Società organizzatrice può disporne la rimozione, declinando ogni responsabilità e trasferendo all’ operatore inadempiente i relativi rischi e addebiti.
ART.15-GARANZIA REALE CREDITI
Le parti esplicitamente accettano la clausola che il mancato pagamento di quanto, a qualsiasi titolo, è dovuto alla Società organizzatrice dà alla medesima la facoltà di rivalersi anche sulle merci, attrezzature e quant’altro esposto dall’operatore partecipante inadempiente nel suo stand. La Società organizzatrice pertanto si riserva il diritto di ritenzione su quanto esistente nei luoghi della manifestazione e ciò in dipendenza del privilegio di cui all’art. 2764 del Codice Civile e dell’art. 696 del Codice di Procedura Civile.
ART.16–ORARIO
La manifestazione per il periodo della sua durata sarà aperta al pubblico in un orario che la Società organizzatrice si riserva di stabilire mediante tabelle affisse agli ingressi.
ART.17–PULIZIA DEGLI SPAZI ESPOSITIVI
La Società organizzatrice provvede alla pulizia generale preliminare dei viali e dei corridoi. La pulizia dei spazi espositivi è a carico degli espositori.
ART.18–DANNI,VIGILANZA, FURTI ED ASSICURAZIONE
a) L’operatore è responsabile di tutti i danni causati alle persone e alle cose della Società organizzatrice, dai prodotti esposti, dagli allestimenti, dalle installazioni di impianti elettrici ed idrici, dalle costruzioni, dai montaggi pubblicitari, dai mezzi di trasporto usati, dalle macchine in funzionamento e dal personale alle sue dipendenze.
b) L’operatore provvederà ad assicurarsi contro ogni rischio e responsabilità varie. La Società Organizzatrice resta sollevata da ogni e qualsiasi responsabilità in caso di sinistro.
c) La Società organizzatrice non assume alcuna responsabilità per danni o atti vandalici causati a persone o cose, da chiunque o comunque provocati.
Di conseguenza non vengono risarciti i danni derivanti da furti, incendi, fulmini, tempeste, esplosioni, irruzioni di acqua, pioggia, attentati, sabotaggi, scioperi od altre cause legate allo svolgimento dell’attività di somministrazione da parte degli operatori.
d) La Società organizzatrice provvede ad un servizio generale di sorveglianza diurna e notturna ma declina ogni responsabilità al riguardo.
All’operatore partecipante è fatto obbligo durante le ore di apertura di vigilare, direttamente oppure a mezzo del personale dipendente, le proprie aree ed i prodotti nelle stesse esposti. e) Il personale preposto deve essere anche di gradimento della Società organizzatrice, tenere contegno corretto ed essere sufficientemente preparato per i necessari contatti con il pubblico.
ART. 19 – Pubblicità (se prevista)
Tutti gli allestimenti o richiami pubblicitari collocati e scritti fuori delle aree e superfici debitamente impegnate dall’Operatore, oltre ad essere sottoposti a preventiva autorizzazione, vanno soggetti al pagamento del relativo canone dell’imposta comunale e di una quota, da definirsi a parte, per la Società organizzatrice.
ART. 20 – INGRESSO AUTOVEICOLI Non è consentito l’ingresso degli autoveicoli degli operatori nelle aree interessate dall’esposizione ad esclusione dei periodi di allestimento, disallestimento.
ART. 21 – DIVIETI
A tutti gli operatori è assolutamente vietato:
a) di rimanere o di lasciare i propri dipendenti nella location di esposizione durante le ore di chiusura;
b) la cessione totale o parziale dei spazi espositivi, anche gratuita, salvo espressa autorizzazione della Società organizzatrice;
c) l’esposizione e la vendita di prodotti non indicati nella domanda di partecipazione;
d) l’esposizione, l’uso e la diffusione di cartelli, manifesti, opuscoli, campioni, depliant o simili, che non abbiano carattere commerciale, ma facciano riferimento a programmi economico-politici o creino polemica concorrenziale con gli altri espositori;
e) la raccolta di firme, dichiarazioni e giudizi;
f) la circolazione e la sosta nella location di manifestazione di veicoli di qualsiasi genere;
g) effettuare pubblicità per conto terzi;
h) smontare i propri allestimenti e rimuovere le merci esposte prima del giorno e dell’ora di chiusura della manifestazione;
i) fotografare, filmare, disegnare o, comunque riprodurre i prodotti e le merci esposte, nonché i spazi espositivi che li ospitano, senza l’autorizzazione scritta degli espositori interessati e della Società;
j) l’esposizione di materiali o l’accantonamento di imballaggi al di fuori del spazi espositivi;
k) introdurre e lasciar permanere nel spazi espositivi materiali infiammabili, materie esplosive, prodotti detonanti e pericolosi, o comunque suscettibili di provocare danno o molestia;
l) eseguire opere che deteriorino o manomettano i materiali, gli impianti e le attrezzature della Società organizzatrice e della location ospitante con particolare riferimento a tutti gli impianti elettrici;
m) eseguire durante la fase di preparazione degli allestimenti, lavorazioni del legno, dei metalli e di materiale in genere che comportino la produzione di polvere o di materiali di risulta (taglio, piallatura, smerigliatura, saldatura, dipintura a spruzzo, ecc.) o pericolo e danni per persone o cose.
n) eseguire modifiche alle strutture ed agli allestimenti della Società organizzatrice, o mutamenti di colore;
o) effettuare lavori negli spazi espositivi durante le ore di visita del pubblico;
La mancata osservanza delle su esposte disposizioni, produce inadempimento contrattuale. Di conseguenza la Società organizzatrice potrà applicare agli espositori inadempienti una penale da un minimo di Euro 250,00 ad un massimo di Euro 500,00 fatta salva la risarcibilità del danno ulteriore.
ART. 22 – INADEMPIMENTO
In caso di inadempimento di quanto previsto dal presente Regolamento Generale e delle eventuali norme e disposizioni successive, la Società organizzatrice si riserva comunque la facoltà di procedere alla risoluzione di diritto del contratto – con chiusura immediata dello stand, senza alcun rimborso della quota di partecipazione e con l’applicazione di una penale di €. 1.000,00 (mille/00).
ART. 23 – FORZA MAGGIORE
In caso di forza maggiore, e comunque per motivi indipendenti dalla volontà della Società organizzatrice la data della manifestazione potrà essere cambiata, potrà essere cambiata la location ospitante o addirittura la manifestazione stessa soppressa. In tale eventualità, pertanto, la Società organizzatrice non potrà essere citata per danni, a nessun titolo se non per il rimborso della quota di partecipazione versata nel termine minimo di giorni 180.
Art. 24 – Trattamento dei dati personali
L’ operatore dichiara di conoscere l’articolo 10 della legge 31/12/96 n. 675 e successive modifiche ed integrazioni, ed autorizza la Società organizzatrice ad inserire i propri dati nelle sue liste per l’invio di materiale informativo, pubblicitario o promozionale, e si riserva, a norma dell’art. 13 della stessa legge, a chiederne in ogni momento la modifica o la cancellazione oppure di opporsi al loro utilizzo.
Titolare del trattamento è la Messina Street Food Fest S.r.l.s. con sede in via Samperi, 7 – 98122 Messina.
Art. 25 – MODIFICHE AL REGOLAMENTO
La Società organizzatrice si riserva di stabilire – anche in deroga al presente Regolamento Generale – norme e disposizioni da essa giudicate opportune a meglio regolare la manifestazione e i servizi inerenti. Tali norme e disposizioni hanno valore equipollente al presente Regolamento Generale ed hanno perciò pari carattere di obbligatorietà.
Art. 26 – FORO COMPETENTE
L’ operatore elegge il proprio domicilio legale presso la sede della Società organizzatrice riconosce a tutti gli effetti, la competenza del Foro di Messina. L’operatore dichiara di conoscere ed accettare integralmente il presente regolamento generale della manifestazione di cui si approvano espressamente, per iscritto, ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del c.c. le clausole del regolamento generale di cui agli articoli:
ART.1 ORGANIZZAZIONE E SCOPI; ART.4 ACCETTAZIONE ED ASSEGNAZIONE SPAZI; ART. 5 RINUNCIA ALLA PARTECIPAZIONE; ART.6 QUOTA DI PARTECIPAZIONE; ART.7 MODALITA’ DI RIMBORSO TICKET; ART.8 SPAZI ESPOSITIVI; ART.09 ALLESTIMENTI E INSEGNE; ART.10 IMPIANTI ELETTRICI; ART.11 PREVENZIONE INCENDI; ART.12 PREVENZIONE INFORTUNI; ART.13 AUTORIZZAZIONI AMMINISTRATIVE; ART. 14 USCITA DELLE MERCI E DEI MATERIALI; ART.15 GARANZIA REALE DEI CREDITI; ART.16 ORARIO; ART.17 PULIZIA DEGLI SPAZI ESPOSITIVI; ART. 18 DANNI, VIGILANZA, FURTI ED ASSICURAZIONE; ART. 20 INGRESSO AUTOVEICOLI; ART. 21 DIVIETI; ART. 22 INADEMPIMENTO; ART.23 FORZA MAGGIORE; ART.25 MODIFICHE AL REGOLAMENTO;
INFORMATIVA PER GLI ESPOSITORI EX D.LGS 196/2003
a) Messina Street Food Fest S.r.l.s., in esecuzione delle prescrizioni dettate dalla legge 675/1996 e successive modifiche e/o integrazioni, relativa alla “Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali”, in qualità di “titolare del trattamento”, è tenuta a rendere la seguente informativa, avente ad oggetto il trattamento dei dati personali delle ditte espositrici e delle ditte da queste ultime rappresentate.
b) Finalità del trattamento
I dati personali degli espositori delle manifestazioni promosse da Messina Street Food Fest S.r.l.s., sono trattati in riferimento alla propria attività istituzionale, ed in particolare per le seguenti finalità:
– per dare attuazione al rapporto contrattuale con gli espositori, comprese le finalità strettamente connesse e strumentali alla gestione del rapporto;
– per finalità connesse all’adempimento di obblighi previsti da leggi, regolamenti e dalla normativa comunitaria, ovvero da disposizioni impartite da autorità a ciò legittimate dalla legge e da organi di vigilanza e di controllo;
– per finalità funzionali all’attività di Messina Street Food Fest S.r.l.s., relativamente alle quali gli espositori hanno facoltà di dare o meno il proprio consenso. Le attività in questione sono le seguenti:
_rilevazione del grado di soddisfazione della clientela, eseguita direttamente o mediante l’intervento di società specializzate in ricerche
di mercato, e attraverso indagini di tipo statistico;
_invio di materiale promozionale, informativo e pubblicitario, relativo alle attività organizzate da Messina Street Food Fest S.r.l.s..
c) Modalità di trattamento dei dati
Nel rispetto delle suddette finalità, e con l’osservanza di criteri di massima garanzia della sicurezza, i dati personali raccolti verranno trattati manualmente e/o con l’utilizzo di supporti informatici e telematici.
d) Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati
Come tutte le realtà imprenditoriali destinate ad operare in settori economici complessi e variamente strutturati, Messina Street Food Fest S.r.l.s. svolge una parte della propria attività rivolgendosi a soggetti terzi, e cioè:
– Società, imprese e ditte, che debbono compiere attività strumentali e strettamente connesse alla gestione del rapporto instauratosi tra Messina Street Food Fest S.r.l.s.ed il cliente. Tali attività riguardano:
– l’elaborazione, la stampa, l’imbustamento e l’invio delle comunicazioni ed informazioni alla clientela;
– la realizzazione e la stampa dei cataloghi ufficiali delle varie manifestazioni organizzate;
– la fornitura dei servizi e delle prestazioni collegate alla partecipazione espositiva, quali i servizi di assistenza tecnica, assicurativa ecc.
Relativamente a questa categoria si precisa
che, il mancato consenso dell’interessato (espositore–cliente) alla comunicazione dei propri dati ed ai menzionati trattamenti, consentirà a Messina Street Food Fest S.r.l.s.di dar seguito solamente a quei servizi e prestazioni che non richiedono la comunicazione di dati a terzi.
– Società, imprese e ditte che compiono attività funzionalmente collegate a quelle di Messina Street Food Fest S.r.l.s.
– attività di procacciamento e di acquisizione di visitatori ed espositori per le manifestazioni fieristiche e gli eventi di Messina Street Food Fest S.r.l.s., svolta, per conto di quest’ultima, da agenti, procacciatori o simili;
– invio alla clientela di informazioni, comunicazioni, materiale pubblicitario e promozionale in genere, riguardante le manifestazioni fieristiche e gli eventi organizzati da Messina Street Food Fest S.r.l.s. da terzi con i quali quest’ultima abbia accordi in tal senso;
– svolgimento, su incarico di Messina Street Food Fest S.r.l.s., di specifiche ricerche di mercato su campioni rappresentativi della clientela.
Come espressamente stabilito nel Regolamento Generale di partecipazione alle manifestazioni, Messina Street Food Fest S.r.l.s., in caso di positiva conclusione del contratto di partecipazione, inserirà i dati personali nel catalogo ufficiale delle manifestazioni, che avrà diffusione in ambito nazionale ed internazionale.
I dati forniti dagli espositori, potranno essere diffusi da Messina Street Food Fest S.r.l.s. mediante supporti informatici multimediali e telematici. La diffusione si rende utile per consentire agli interessati alla manifestazione di conoscere le caratteristiche merceologiche dell’espositore partecipante e la collocazione del relativo
stand. e) Diritti dell’interessato al trattamento previsto dall’art. 13 della legge 675/1996
La legge 675/96, in ordine al trattamento dei dati personali, riconosce al soggetto interessato l’esercizio di specifici diritti, funzionali alla tutela della riservatezza. Tali diritti sono elencati nell’art.13 della legge, e sono:
– conoscere, mediante accesso gratuito al registro detenuto dall’Autorità Garante ,l’esistenza di trattamenti di dati che possano
riguardarlo;
– essere informato circa: il nominativo, la ragione sociale, la denominazione e la sede del soggetto titolare e del responsabile del trattamento dei dati; le finalità e le modalità del
trattamento;
– ottenere a cura del titolare, senza ritardo:
1) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; la richiesta può essere rinnovata, salva l’esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni;
2) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
3) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, qualora vi abbia interesse, l’integrazione dei dati;
4) l’attestazione che le operazioni di cui ai numeri 2) e 3) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;
– opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
– opporsi, in tutto o in parte, al trattamento di dati personali che lo riguardano previsto a fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta ovvero per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale interattiva e di essere informato dal titolare, non oltre il momento in cui i dati sono comunicati o diffusi, della possibilità di esercitare gratuitamente tale diritto.
Per ciascuna richiesta prevista dalla indicata lettera e), numero 1), potrà essere richiesto all’interessato, ove non risulti confermata l’esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal regolamento di cui all’articolo 33, comma 3, della legge 675/96.
L’esercizio dei diritti sopra indicati può essere conferito dall’interessato, per iscritto, delega o procura a persone fisiche o ad associazioni.
f) Richiesta di consenso agli Espositori ed alle Ditte da essi rappresentate
Letta l’informativa fornita ai sensi del D.LGS 196/03 qui riportata, neghiamo il consenso ai trattamenti indicati, in particolare (barrare la relativa casella):
all’invio di comunicazioni, informazioni, materiale pubblicitario, questionari riguardanti le rassegne fieristiche organizzate da Messina Street Food Fest S.r.l.s. o terzi con i quali Messina Street Food Fest S.r.l.s. abbia concluso appositi accordi in tale senso; alla comunicazione dei dati a soggetti esterni che provvedono alla fornitura dei servizi tecnici e logistici utili alla partecipazione espositiva;
alla comunicazione dei dati a soggetti esterni che svolgano attività di agenti per l’offerta di servizi fieristici di manifestazioni promosse da Messina Street Food Fest S.r.l.s. o da terzi con i quali Messina Street Food Fest S.r.l.s. abbia concluso appositi accordi in tale senso.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: